MArteLive apre le porte a operatori e organizzazioni culturali in tutte le regioni

In vista della Biennale MArteLive 2019, continua la selezione di nuclei organizzativi per la realizzazione delle finali regionali. Il modo migliore per promuovere l’arte e la cultura nel proprio territorio


   

 

Ecco l’occasione per operatori, organizzatori e associazioni culturali di crescere professionalmente, promuovendo l’arte e la cultura nella propria regione. MArteLive, infatti, sta selezionando nuclei organizzativi locali capaci di dare vita alle finali regionali del suo storico concorso multiartistico.
MArteLive è il festival che da 18 anni continua a rivoluzionare il modo di concepire l’arte in Italia

e che nel 2011 è stato premiato come miglior Festival italiano dal MEI-Meeting delle Etichette Indipendenti. Dal 3 all’8 dicembre 2019 a Roma, la Biennale MArteLive coinvolgerà giovani artisti emergenti, divisi in 16 diverse sezioni, che si esibiranno in circa 300 spettacoli tra concerti, performance, rappresentazioni teatrali e di danza, proiezioni, installazioni e reading. L’obiettivo è quello di raddoppiare gli oltre 40mila spettatori dell’edizione 2017.
Prima di arrivare a questo evento colossale, lo staff MArteLive valuterà e selezionerà migliaia di giovani artisti attraverso le finali regionali su tutto il territorio nazionale. Il modello è quello sperimentato con successo nel corso degli ultimi anni e valorizzato, in particolare, lo scorso dicembre a Roma con la finale laziale: una tre giorni di "spettacolo totale", in cui le arti si sono mischiate in un’esperienza sensoriale unica nel suo genere.
Per questo motivo è ancora in corso la selezione di nuclei organizzativi autonomi capaci di realizzare, con il supporto del nucleo centrale, altre finali di MArteLive nella propria regione di appartenenza. Un modo unico per contribuire alla crescita artistica e culturale del proprio territorio, valorizzando i migliori talenti locali e permettendo loro di partecipare a un evento di portata nazionale come la Biennale MArteLive 2019.


I requisiti per il riconoscimento di organizzatore MArteLive sono semplici

: si cercano operatori e associazioni culturali che siano già attivi nel territorio e che siano in grado di creare uno staff che possa organizzare eventi live all’interno di locali o spazi dedicati all'arte. A guidarli in tutte le fasi ci sarà lo staff romano di MArteLive, che fornirà tutto il necessario in termini di strumenti e know how, organizzando corsi di formazione gratuiti svolti direttamente sul territorio. In questo modo ogni nucleo organizzativo sarà in grado di portare avanti il progetto indipendentemente, per far sì che la magia de "Lo spettacolo totale" si ripeta in tutta Italia. Come, d’altronde, è già accaduto nell’edizione del 2017 con nuclei organizzativi che si sono attivati su tutto il territorio italiano, isole comprese.
Nel frattempo, gli artisti interessati a partecipare potranno continuare a iscriversi a una o più delle 16 categorie che vanno dalla musica al teatro, passando per arti circensi, artigianato, moda, cinema, arti visive e tanto altro ancora. Una volta superata la prima selezione, avranno la possibilità di esibirsi live o di esporre all’interno delle finali organizzate nella propria regione o macro-area di appartenenza, passaggio essenziale per condurli all’attesissimo main event, la Biennale MArteLive 2019. Per i finalisti numerosissimi premi in palio, come il premio speciale della Fondazione Film Commission Roma e Lazio del valore di€2000, l'inserimento nel cartellone degli eventi organizzati dall’ATCL (Associazione Teatrale fra i Comuni del Lazio), un contratto di management con l’etichetta MArteLabel del valore di €20.000, l’inserimento nelle Scuderie MArteLive che apre alla partecipazione a vari festival (Busker in town, Tolfarte, Carpineto Buskers Festival) e poi ancora produzioni, visibilità, ingaggi e borse di studio.
Grazie alla sua ramificazione nazionale, MArteLiveItalia si configura come una delle più grandi reti italiane di operatori culturali e artisti. Un’occasione imperdibile per partecipare alla crescita creativa e culturale del proprio territorio con il supporto di una realtà rodata da quasi vent’anni di esperienza nell’organizzazione e nella promozione di eventi.
Il percorso che porta alla Biennale MArteLive 2019 è ormai avviato: ora tocca a chi crede nell’arte e nella cultura mettersi in gioco e portarlo a compimento.
Per iscriversi al concorso consultare il seguente link: https://concorso.martelive.it/sezioni
Biennale MArteLive 2017:

https://www.labiennale.eu/

2019 - CONCORSO FOTOGRAFICO "ARTE O SCIENZA? IMMAGINI DALLA RICERCA"



Aperte le iscrizioni per il concorso fotografico che premia le più belle immagini realizzate nella ricerca scientifica.

Possono partecipare studenti, ricercatori, scienziati attivi nelle università e nei centri di ricerca, compilando il form online, entro il 20 giugno 2019.


Trovi QUI le informazioni utili


24° PREMIO INTERNAZIONALE DI MUSICA GAETANO ZINETTI

zinetti 19

È online il regolamento del 
24° PREMIO INTERNAZIONALE DI MUSICA GAETANO ZINETTI di Sanguinetto (Verona), dedicato all'illustre concittadino musicista e direttore d'orchestra. La manifestazione in programma dal 20 al 22 settembre presso il Teatro G. Zinetti di Sanguinetto (VR) è aperta a solisti e ensemble.

Le iscrizioni sono aperte fino a giovedì 11 luglio,
Novità della 24a edizione: audizione eliminatoria tramite video (scadenza invio 11 luglio)
Il 18 e il 19 luglio 2019 tutti i video inviati dai candidati, regolarmente iscritti, saranno proiettati in seduta pubblica presso il Teatro Gaetano Zinetti di Sanguinetto.
CATEGORIA SOLISTI
audizione eliminatoria tramite invio video (18-19 luglio)
semifinale-finale in programma dal 20 al 22 settembre 2019
possono partecipare musicisti, diplomati e non, di ogni nazionalità e senza limiti d’età
PREMI
Primo Premio: € 2.500,00 + 5 concerti
Secondo Premio: € 1.500,00 + 3 concerti
Terzo Premio: € 500,00 + 1 concerto
CATEGORIA ENSEMBLE

Leggi tutto...

Premio nazionale AlberoAndronico

andronico19
 
Tutti possono partecipare con poesie, libri, racconti, favole, testi per una canzone, opere in dialetto, fotografie, cortometraggi e, da quest’anno, pittura.
Premi speciali per i più giovani e per i… meno giovani, per le opere provenienti dall’estero e per gli autori di madrelingua non italiana.
•NARRATIVA
•POESIA
•TESTO PER UNA CANZONE
•FOTOGRAFIA
•CORTOMETRAGGI
•PITTURA
Scadenza per invio opere: 30 giugno 2019
Per partecipare occorre seguire le indicazioni del bando (che può essere scaricato qui o richiesto all’indirizzo: 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

CONTEST #UN MANIFESTO PER GENOVA”

MAI19
Le Associazioni Unicom e Assocom hanno indetto un “contest” finalizzato all’ideazione e realizzazione di opere artistiche e creative.

OGGETTO DEL CONTEST E CARATTERISTICHE DELL’OPERA
Ogni partecipante è invitato a scegliere un tema e svilupparlo sulla base del concetto “#UN MANIFESTO PER GENOVA”. Ogni partecipante dovrà creare un elaborato per comunicare in modo efficace la propria idea. L’elaborato consisterà in un progetto creativo con cui il candidato comunicherà la propria tematica. Dovrà avere un carattere innovativo e popolare insieme con lo scopo di lasciare un contributo durevole per il territorio.
Oggetto del contest è l’ideazione e la realizzazione di un’opera creativa e artistica rappresentativa del tema e che serva alla città di Genova e alla Liguria, con particolare riguardo all’identità ed alla comunicazione. Un’opera che deve essere originale, innovativa e inclusiva, come originale, innovativa e inclusiva si propone di essere l’iniziativa; quindi, deve “saper parlare” a tutti, in modo chiaro e coinvolgente, trasferendo un approccio positivo e moderno al concetto oggetto del contest.
Il significato di “# UN MANIFESTO PER GENOVA”, dopo la tragedia che ha colpito Genova e la Liguria il 14 agosto 2018 con il crollo del Ponte Morandi, rappresenta un concetto innovativo di cultura costruita dal basso, collettivamente, in maniera cooperativa e disponibile a tutti, da realizzarsi attraverso un contest, secondo i valori del pensiero e della disponibilità al dialogo come base per la costruzione di nuovi modelli sociali ed economici.
Le parole chiave di riferimento per l’ideazione dell’opera sono:
Un manifesto per disegnare la tragedia. Un manifesto per disegnare la rinascita. Un manifesto per disegnare la ferita. Un manifesto per guarire. Un manifesto per dire o per non dire. Un manifesto per tacere e per urlare. Un manifesto per domandare o per prendere. Un manifesto per durare. Un manifesto dolce & amaro. Un manifesto giusto e uno sbagliato. Un manifesto di fiducia. Un manifesto di speranza. Un manifesto per dire lo sconforto. Un manifesto di rabbia. Un manifesto per restare, per andare: uno per venire. Un manifesto d’amore. Un manifesto: solo uno, ma non uno di meno.
VAI AL SITO